Seleziona una pagina

Manager ad interim:
i vantaggi per l’azienda

Il temporary management presenta notevoli vantaggi rispetto alla consulenza e al permanent management in termini di costi e velocità nei tempi di ottenimento dei risultati.

In particolare, i benefici che porta la scelta di un temporary manager nella gestione delle criticità aziendali sono:

Benefici sotto molti aspetti:

Rapidità

L’interim manager viene selezionato da EIM in base alle esigenze del cliente in tempi rapidissimi, in genere 2-3 giorni. Questo permette di far fronte sia a situazioni di emergenza e a momenti particolarmente critici, sia a fasi di crescita e sviluppo accelerato in cui l’intervento tempestivo è fondamentale.

Costi

I costi di un Temporary Manager sono chiari e stabiliti fin dall’inizio in funzione del progetto concordato. Anche se l’incarico viene affidato in tempi brevissimi ciò non comporta i rischi legati ad una affrettata assunzione di manager a tempo indeterminato. Al contrario: la velocità con cui entra in azione un temporary manager contribuisce a ridurre i costi, non evidenti ma spesso ingenti, dovuti al mancato fatturato per ritardi nell’avvio di un progetto o nella soluzione di un problema strutturale.

Esperienza

Trattandosi di un professionista dalla grande seniority e con conoscenze specifiche nel settore sviluppate durante un’esperienza pluriennale, il manager è già abituato diagnosticare le criticità e ad individuare rapidamente la soluzione giusta per avviare il cambiamento.

Esperienza

Trattandosi di un professionista dalla grande seniority e con conoscenze specifiche nel settore sviluppate durante un’esperienza pluriennale, il manager è già abituato diagnosticare le criticità e ad individuare rapidamente la soluzione giusta per avviare il cambiamento.

Responsabilità

L’interim manager opera come responsabile della funzione che si vuole cambiare o come responsabile del progetto che si vuole avviare. Grazie alla sua posizione interna all’azienda il manager quindi gestisce tutte le responsabilità operative e giornaliere della funzione stessa e mette in pratica il progetto. La nomina nel ruolo garantisce che l’interim manager abbia in mano tutte le leve operative necessarie per poter implementare il cambiamento con azioni concrete.

Efficacia

Essendo sovra qualificato per l’incarico assegnato, il temporary manager possiede spesso una visione d’insieme ed una conoscenza del mercato e delle diverse dinamiche aziendali che gli permettono di individuare soluzioni sistemiche non facilmente identificabili dall’azienda. Questo garantisce l’ottimizzazione di tempi e risorse per il raggiungimento degli obiettivi.

Oggettività

Pur tenendo in considerazione la cultura aziendale il temporary manager non è influenzato dalla politica interna e dal modus operandi dell’organizzazione, che osserva obiettivamente dall’esterno riuscendo ad identificare processi non funzionali che sfuggono alle persone che sono ormai immerse nell’ambiente da molto tempo. È così in grado di operare cambiamenti orientati alla crescita nel solo interesse dell’azienda.

Flessibilità

Il progetto di cambiamento concordato con il cliente è soggetto a periodica revisione, per essere sempre allineato alle necessità emergenti e alle priorità che possono modificarsi a fronte di cambiamenti dello scenario di mercato o per una variazione delle circostanze interne o esterne all’azienda. L’adattabilità garantisce che il focus rimanga sui risultati.

Formazione

Il Temporary Manager, nell’esercizio della sua funzione, trasferisce know-how e competenze al management interno. Il trasferimento di competenze può avvenire verso risorse junior, in un’ottica di formazione, oppure verso i dirigenti interni fino ad allora sprovvisti di strumenti per affrontare la situazione, in un’ottica di coaching. Il suo intervento e la sinergia con risorse interne garantiscono il consolidamento dei risultati conseguiti e la continuità strategica al termine del suo incarico. Le importanti competenze, i contatti e le conoscenze del mercato rimangono in azienda ben oltre l’uscita dell’interim manager, che lascia in azienda oltre ai risultati previsti dal progetto anche questo valore aggiunto.

A tutto ciò si aggiunge il fatto non trascurabile che un temporary manager viene sempre valutato in base ai risultati ottenuti.
Il suo interesse principale coincide per tutta la durata dell’incarico con l’interesse dell’azienda, questo perché da tale successo deriva per l’Interim Manager la possibilità di dimostrare la propria capacità di concretizzare la trasformazione aziendale in termini specifici e misurabili.
EIM dispone di un network internazionale di professionisti indipendenti caratterizzati da una pluriennale esperienza e doti fuori dal comune.

Vuoi saperne di più su metodologia e risultati di EIM?

per scoprire nel dettaglio tutti i Servizi di EIM Italia