Seleziona una pagina

Il Temporary Manager
NON è..

Cos’è un temporary manager? Per definire al meglio le qualità di questi professionisti è senz’altro più efficace descrivere cosa non è un manager ad interim:

Il temporary manager non è…

Un consulente.

Anche se l’esperienza e le competenze rendono il temporary manager qualificato per fornire una consulenza di valore, l’azione dell’interim management si differenzia in maniera sostanziale dal consulting in termini di seniority e di ruolo.

Mentre nella consulenza l’azione sul campo viene generalmente affidata a figure junior che consigliano e propongono strategie rimanendo comunque esterne all’azienda, il temporary manager è una figura a tutti gli effetti interna all’azienda, che dispone delle deleghe operative necessarie per implementare in prima persona le azioni necessarie a realizzare il cambiamento. Inoltre, la consulenza propone alcuni passaggi operativi per operare una trasformazione ma non la mette a terra; il temporary manager ha in mano le leve per mettere in pratica ciò che è stato pianificato.

Un manager a tempo determinato.

La durata dell’incarico del temporary manager è dettata dalla complessità e dalle caratteristiche del cambiamento da realizzare in azienda. Essendo un professionista che ha come scopo principale il raggiungimento degli obiettivi previsti nel suo mandato, la sua attenzione non sarà rivolta allo sviluppo del proprio ruolo all’interno dell’organizzazione bensì al “far succedere le cose”.

Preparare la propria exit strategy, in modo da assicurare la continuità della strategia operativa è parte integrante del suo lavoro; prolungare la propria permanenza in azienda non rientra tra le priorità del temporary manager.

Il tempo è un fattore fondamentale nella professione dell’interim manager, che è focalizzato a raggiungere i risultati nei tempi previsti e a portare un miglioramento concreto e misurabile: lo scopo del suo operato è rendersi “non più necessario”.

Un manager alla ricerca di lavoro.

Quella del Temporary Management è una scelta di carriera, che nella maggior parte dei casi arriva in seguito ad un percorso all’interno di grandi aziende internazionali in cui si è giunti al raggiungimento dei vertici dirigenziali. A quel punto, arrivati in cima, molti manager non hanno più molto da chiedere ad una carriera tradizionale in cui hanno già avuto successo e si mettono alla ricerca di nuove sfide in contesti diversi, attirati dalla novità e dalla varietà di progetti di cambiamento in cui mettere in pratica il know-how acquisito in anni di incarichi di responsabilità.

L’Interim Management è una professione che richiede manager dotati di grande seniority, competenze specifiche in più settori, e notevoli abilità gestionali.

Un manager alla ricerca di lavoro.

Quella del Temporary Management è una scelta di carriera, che nella maggior parte dei casi arriva in seguito ad un percorso all’interno di grandi aziende internazionali in cui si è giunti al raggiungimento dei vertici dirigenziali. A quel punto, arrivati in cima, molti manager non hanno più molto da chiedere ad una carriera tradizionale in cui hanno già avuto successo e si mettono alla ricerca di nuove sfide in contesti diversi, attirati dalla novità e dalla varietà di progetti di cambiamento in cui mettere in pratica il know-how acquisito in anni di incarichi di responsabilità.

L’Interim Management è una professione che richiede manager dotati di grande seniority, competenze specifiche in più settori, e notevoli abilità gestionali.

Hai una sfida da proporci?

Troviamo insieme la soluzione che stai cercando, in pochi giorni.